Moto D’Epoca GAIA 175cc 1920s

7.900
SAVE VEHICLE
  • 01/1922
  • 1,000 KM
  • Gasoline
  • 0 KW (0 BHP)

Moto D’Epoca GAIA 175 ANNI 1920s, motore Svizzero, conservata, non immatricolata. Il torinese Gaia è stato costruttore di bici dal 1905 al 1922 quando poi inizia a costruire bici/motore per terminare definitivamente nel 1932 ma dopo aver costruito anche motoleggere usando diversi motori; Rubinelli / Train / Paquè / GD / Siat / Moser / Ladetto & Blatto e infine i suoi. Come pilota partecipò a corse motociclistiche. La Gaia 175 quì illustrata è una moto ben congegnata, dotata di motore Gaia 175cc a 4T con valvole laterali e cambio separato a tre rapporti. Il cambio è manuale con la leva posizionata a fianco del serbatoio. E’ questo un mezzo esteticamente ben conservato ed in ottime condizioni meccaniche. Il Sig. Gaia iniziò e svolse la sua attività a Torino per poi spostarsi a Rocca Canavese nel 30 dove erano già presenti varie attività metalmeccaniche….

Moto D’Epoca GAIA 175 ANNI 1920s, motore Svizzero, conservata, non immatricolata.
Il torinese Gaia è stato costruttore di bici dal 1905 al 1922 quando poi inizia a costruire bici/motore per terminare definitivamente nel 1932 ma dopo aver costruito anche motoleggere usando diversi motori; Rubinelli / Train / Paquè / GD / Siat / Moser / Ladetto & Blatto e infine i suoi. Come pilota partecipò a corse motociclistiche. La Gaia 175 quì illustrata è una moto ben congegnata, dotata di motore Gaia 175cc a 4T con valvole laterali e cambio separato a tre rapporti. Il cambio è manuale con la leva posizionata a fianco del serbatoio. E’ questo un mezzo esteticamente ben conservato ed in ottime condizioni meccaniche. Il Sig. Gaia iniziò e svolse la sua attività a Torino per poi spostarsi a Rocca Canavese nel 30 dove erano già presenti varie attività metalmeccaniche. All’epoca diversi altri imprenditori si spostarono da Torino verso il Canavese per avere vantaggi economici in termini di affitto dei locali e maggiormente per poter far funzionare le macchine utensili usando la forza motrice idraulica ricavata da fossi/torrenti molto numerosi nella zona. Come noto il periodo era economicamente molto sfavorevole.

GAIA
1922-32
Dal 1905, Giuseppe Gaia costruttore dì biciclette, nel 1922 decide di dedicarsi anche alle biciclette a motore, che in quel periodo vanno di moda. Il primo modello è equipaggiato con il motore tedesco Alba, un monocilindrico inclinato a valvole laterali di 192 cc e accensione a magnete che allora va per la maggiore. Forcella a parallelogramma, cambio separato a due marce, trasmissioni primaria e secondaria a catena, a destra si trova invece la catena per i pedali. Adotta motori a due e quattro tempi DKW, Rubinelli, Train, Paquè, G.D., M.M., Siat, Ladetto & Blatto, Moser e infine di propria costruzione, per i quali disegna un gran numero di telai differenti.
La Casa chiude i battenti nel 1932.

CALL US AT: +39 0761 252110 EMAIL US ABOUT THIS CAR

Prices are subject to change. Please see our Privacy Policy for more info

No comments yet.

LEAVE YOUR REPLY

Reset all fields